Testi e foto sono di mia proprietà, se non diversamente indicato. Se volete usarli siate gentili ed indicate come fonte Nel sud del nord e magari comunicatemelo :-) Grazie!

venerdì 17 marzo 2017

Un giro a Lund

Ahh è passata quasi una settimana. Ho avuto un bel po' da fare e la sera ero stanchissima. Crollata sul divano come una pera e anche un po' ammaccata!

Lund

Lund

Lund

Al lavoro stanno riorganizzando il distretto. Dal 1 aprile i compiti vengono ridistribuiti e a quanto sembra io non dovrò più lavorare in bosco, o almeno non regolarmente. 50% del mio tempo va al progetto europeo e l'altro 50% al controllo delle richieste del taglio. La differenza è che non sarò più il responsabile per tutte le questioni forestali nel comune di Kristianstad e Bromölla, invece mi occuperò delle richieste per i tagli di tutta la Scania. Non lavorerò più con gli aiuti economici e neanche con i permessi per i boschi di latifoglie. Un grande cambiamento che vedo come positivo. In queste settimane di "malattia" non sono stata in bosco neanche una volta e vi dico la verità non mi è mancato affatto, andare in bosco per lavoro è stato molte volte in passato un peso e provare un nuovo modo di lavorare mi mette semplicemente di buon umore. Mi piacciono i cambiamenti ed era proprio ora perché almeno uno si verificasse! Spero in molti altri!

Lund

Ieri sono stata a Lund per incontrare il chirurgo. Come sempre le visite vanno velocissime, hanno una tabella di marcia incredibile, un paziente dopo l'altro come in una catena di montaggio. Anzi io credo di essere stata più di quello che era previsto perché dopo un po' ho visto l'infermiera agitarsi. Avevo una marea di domande scritte su un foglietto e quando ho lasciato lo studio ne avevo altrettante di nuove, a cui non avevo pensato prima. In realtà mi rendo conto che le domande di dopo la visita sarebbero state domande senza risposta. Io 'sta cosa che un batterio si possa mettere da qualche parte nell'organismo e iniziare a fare casino proprio non la capisco e non riesco ad accettarla. Il chirurgo ha ribadito la gravità della mia situazione, di prima dell'operazione, non di ora. Ha detto anche che il mio caso è stato anomalo, che molto di rado hanno casi come il mio. E che probabilmente i medici della mia clinica non avrebbero incontrato un altro caso simile in tutta la loro carriera, come per giustificare il loro "errore" di rimandarmi ripetutemente a casa. Ho capito che il batterio si era messo in un posto non comune, però quello che dico io è che il gonfiore/bozzo sul collo si vedeva bene, che la VES era alta e che avevo la febbre senza raffreddore o tosse, la voce era cambiata e in più avevo tutti quei dolori sul lato sinistro del viso, quindi perché non hanno reagito a questi segnali? Pensavano veramente che tutto sarebbe passato da solo? Dopo che giorno dopo giorno c'erano peggioramenti? Vi dico che potrei stare a parlare con questo chirurgo per delle ore senza problemi, con tutte le domande che ho e che mi vengono in mente ogni giorno non avrei problemi a riempire il tempo, ma so che non accadrà.

Lunds Domkyrka

Lund

Sono poi rimasta a Lund, ho fatto un po' la turista e poi sono passata in un negozio di lana. Mi sono procurata i ferri tondi e i cinque ferri corti di 9 mm per poter fare i cappelli infeltriti senza dover fare le cuciture. Ho poi fatto scorta di lana e cotone, e io che volevo finire le mie scorte 😌. Ho comprato del cotone per una maglietta estiva, la lana per le muffole per il mio bello, quella per il cappello infeltrito per mamma 😍, quella per un altro cappello infeltrito e poi altra lana per altri tre progetti da regalare 😏. Insomma il lavoro non mi mancherà.

Lilla Fiskaregatan a Lund

Case a Lund

Avevo deciso di rimanere a Lund già prima di andare lì. Il meteo aveva promesso un sole splendente e ben 9 gradi! La giornata invece è passata per la gran parte sotto la pioggia e con un vento tremendo, credo fossimo lontani dai 9 gradi promessi. Non è che mi importasse, ho girovagato qua e là, sono entrata in due chiese e poi mangiato un panino seduta su una panchina in una piazza sotto una pioggerellina leggera leggera, mi è sembrato bellissimo, voglio dire già il poter vivere mi sembra una grande cosa.

Paradisgatan i Lund

Lundagård

4 commenti:

  1. Bhè, anche se il tempo non era il massimo, hai fatto e ci hai fatto fare un bellissimo giro a Lund!!!! Dai dai....tempo al tempo e tutto passerà (medici ascoltatori...permettendo!!! ma se ti consola....anche in Italia a volte le domande restano senza risposta e si resta con i dubbi). Bisogna fidarsi, in fondo sono loro che hanno studiato -si spera-. Che meraviglia l'ultima foto, c'è già aria di primavera, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, bisognerebbe fidarsi, meno male che io non mi sono fidata dei primi che ho incontrato e alla fine sono tornata al pronto soccorso :-).

      Elimina
  2. L'edificio più vecchio di lund a quando risale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si dice quassù "det har jag ingen aning om!" "non ne ho nessuna idea!" però magari lo scopriamo su internet. Quello che so è che Lund ospita la seconda università più vecchia della Svezia, fondata nel 1666.

      Elimina

Amo i vostri commenti :-)

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...