Testi e foto sono di mia proprietà, se non diversamente indicato. Se volete usarli siate gentili ed indicate come fonte Nel sud del nord e magari comunicatemelo :-) Grazie!

mercoledì 15 febbraio 2017

Altri due giri...

...all'ospedale, ieri e oggi. Le cose non vanno così bene come speravo. Oggi anche il medico e l'infermiera erano dispiaciuti per la mia situazione...insomma gli facevo pena 😡. Ormai sono di casa lì, ieri ci ho passato quattro ore ed oggi tre, conosco un bel po' di medici ed infermiere dal momento che incontro sempre nuovi a seconda di chi è di turno quando arrivo.

L'ospedale di Kristianstad

Comunque quello che è successo è che il collo si è gonfiato e ho dolori tremendi. Così ieri arrivata all'ospedale il medico di turno ha deciso di riaprire la ferita del drenaggio per vedere se si era accumulato del liquido lì sotto. Mi hanno addormentato la parte e poi hanno inciso. In quel momento tutto sembrava essere a posto. Mi hanno fatto un prelievo del sangue e poi ho spettato più di un'ora per parlare con un altro medico. Poi mi hanno mandato a casa.

Ieri sera non mi sentivo molto bene, avevo la febbre, il che mi ha messo un po' di preoccupazione dal momento che il chirurgo mi aveva detto che se fosse venuta la febbre allora dovevo andare all'ospedale. Comunque sia ho deciso di aspettare fino ad oggi, insomma mi avevano visto e controllato solo poche ore prima, cosa poteva succedere??

Poi oggi la ferita ha cominciato a buttare come non mai, sono andata all'ospedale per farla controllare ed il medico di turno ha constatato che c'è un'infezione, porca miseria!! Mi sembrava dubbioso sul fatto che il suo collega avesse deciso di riaprirla ma ormai era fatto per cui ora si trattava di rimediare alla situazione. E così da oggi pomeriggio ho ricominciato con gli antibiotici, per 10 giorni, il che non mi fa felice dal momento che durante le altre settimane di antibiotici ho avuto molti problemi con la pancia. Venerdi torno in ospedale, prelievo del sangue la mattina presto e poi resto lì fino alle 11.15 quando ho un appuntamento con il medico, insomma altre ore da passare in ospedale, mi porterò da leggere e magari trovo anche un divano comodo dove fare una dormitina 😔. In tutto questo, mangio poco, la notte dormo male, ho la ferita che tira, il collo che mi fa male, la deglutizione che mi da dolori e sto storta il che fa che mi contraggo e mi vengono dolori tremendi alla cervicale e testa. A quasi un mese dall'operazione sembra che la strada da percorrere per un recupero completo sia ancora lunga. Ho letto i vostri commenti sul fatto che il recupero dovrebbe esserci in meno di due anni, lo spero, e ho chiesto di nuovo ai medici. Quello che mi dicono è che ci vorrà intorno ad un anno perchè la ferita sul collo possa diventare morbida ed elastica e che il collo possa tornare ad essere flessibile, i problemi con la deglutizione possono durare mesi e per la sensibilità, che ora non ho nella parte sinistra del collo, ci possono volere fino a due anni, hanno dovuto andare molto in profondità nel collo, tagliare molti tessuti, un muscolo e dei nervi per cui ci vuole tempo perché tutto torni vicino a come era prima. Mi consigliano di non prendere il sole sulle ferite per almeno due anni...stiamo programmando di visitare la Norvegia durante le vacanze estive che io non ci sono mai stata e se abbiamo fortuna becchiamo il brutto tempo, così non mi devo preoccupare per le ferite 😃.

Insomma ragazzi, non ho niente di divertente da raccontarvi, sto cercando di gestire la situazione e cercando di non buttarmi troppo giù! Non penso neanche al giardino! Però avete visto che sole?! In questi giorni freddi è stupendo, peccato che io non possa godermelo.

8 commenti:

  1. Oh cavolo! A questo punto la cosa principale è mantenere calma, concentrazione e ottimismo. Qui serve tutta la energia di una vera sportiva. Musica, riposo, dolci, coccole e altro che rimetterti in pari con il lavoro, quello aspetta. Fallo aspettare. C'hai da fare ! Dai che passa ... (usa il tuo lato romano e mettiti comoda) ma c'è l'avrai tutta sta pazienza ? Mmhhhhh. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di energia ne ho veramente poca in questi giorni, ma resisto e non mollo :-).

      Elimina
  2. Bello e beffardo il cielo terso e il logo della farmacia. Un cuoricino molto San Valentino. Mah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai notato il cuoricino eh? Quella catena di farmacie si chiama infatti Apotek Hjärtat (hjärtat=il cuore).

      Elimina
  3. Oriana mi dispiace da morire..ma fatti forza tutto passa.valentina

    RispondiElimina
  4. Il mio tablet lavora... solo quando decide lui!!!
    E no, è!!! Uno stop, anzi un passo indietro, nò!
    Chissà, forse i tubi di drenaggio dovevano lasciarteli qualche giorno di più!
    Finchè, anche i tessuti interni non si cicatrizzano... le secrezioni che producono, non trovando un'uscita, per forza formano una sacca!
    Ok, un ostacolo imprevisto, ma la tua sfida continua!!! Adesso frena, stringi i denti, ma... con la tua falcata vedrai che poi non tarderai a recuperare!!! (-: Ili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà, tante ipotesi che non ne posso più! :-)

      Elimina

Amo i vostri commenti :-)

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...