Testi e foto sono di mia proprietà, se non diversamente indicato. Se volete usarli siate gentili ed indicate come fonte Nel sud del nord e magari comunicatemelo :-) Grazie!

martedì 26 gennaio 2016

Rieccomi!

Rieccomi sul blog dopo giornate noiose :-). Ci chiedevamo con La Laura e Laura R. se la primavera sia in anticipo, questa domanda per il fatto che la crisi invernale, quando proprio non ne posso più di questo tempo, di solito mi viene alla fine di febbraio e invece quest'anno è già arrivata, ora a fine gennaio. Magari è un buon segno :-) è segno che la primavera è in arrivo! Le temperature sono salite sopra lo zero, è arrivata la pioggia e la neve si è sciolta, sono rimasti solo mucchietti ai bordi delle strade.

Un po' di giorni fa è tornato a trovarci il solito ospite, di nuovo, che credo essere una poiana, appolaiata lì sul suo albero.

Poiana in visita

Domani pomeriggio parto per Stoccolma, giovedì ho una riunione in città. Una botta di vita nella capitale insomma ;-).

20 commenti:

  1. Non può essere già finito l'inverno. Dai, è appena cominciato!!! Però qui ci sono già le primule, in alcuni punti particolarmente riparati!!! Non ci capisco più niente!
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è finito lo so, ma lasciami sognare :-).

      Elimina
  2. Facciamo così, non diciamolo più, e stiamo a vedere! Ma soprattutto: vero che farai qualche foto di Stoccolma? Spero che ti sarà possibile, non la conosco per niente e mi piacerebbe farmi una impressione superficiale di Stoccolma. Buon viaggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, basta con i lamenti :-) Tanto non aiutano! Foto di Stoccolma? Ceeertamenteee!

      Elimina
  3. Ci aspettano i " tre giorni della merla" 29/30/31 gennaio e poi è tutta discesa.Buon fine settimana nella capitale...fai tante foto...e un giro in battello.Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vado domani e torno giovedi sera...ma di foto spero di farne!

      Elimina
  4. Oriana mi raccomandò foto,foto fotoissime di Stoccolma ,e anche io ho astinenza da primavera e scruto ogni sentiero alla ricerca di primule e viole ma la mimosa è già uno spettacolo. Nella casa in campagna mi hanno rubato motozappa e attrezzi...uffa ora se voglio piantare mi tocca zappare.un bacio valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahh le mimose, qui da me non ci sono però ricordo lo spettacolo bellissimo della loro fioritura!

      Elimina
  5. Ma dàaai, ha ragione Francesca: l'inverno sembra appena cominciato! E, dico io, sarà pure "fastidioso" ma speriamo non sia già finito! Ero andata in Puglia (600 Km.) per assistere ai festeggiamenti per S. Antonio. Quella sera, poi... temperatura sotto zero, vento, pioggia, grandine e anche breve nevicata... ce ne siamo rimasti al chiuso!!! ..."È l'inverno, Bellezza", ci siamo detti! ...Ripercorsi i 600 Km. per tornare "alla base". Ancora freddo, ma dalla finestra mi godo la fioritura della bellissima mimosa che ogni gennaio, puntuale, torna a colorare la campagna! ...Tornerà eccome se tornerà la bella stagione e... con questa certezza il freddo è più sopportabile! No?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok, ok, ho capito, 'sto inverno ha ancora da venire!! ok, ok!

      Elimina
  6. ...Ili, m'è sfuggita la firma. Ili.

    RispondiElimina
  7. Sotto sotto si sente una promessa di primavera...la luce dell'alba e della sera, il canto degli uccelli all'alba e al tramonto, le galline che graziosamente hanno ripreso a fare uova, il profumo del calicantus...e prima che i turisti invadano questo lembo di terra assaporiamo fino in fondo tutto questo. Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dove abiti? La tua descrizione è invitante! :-)

      Elimina
    2. Nel sud del nord! in Trentino, vicino al lago di Garda

      Elimina
    3. Allora sì che lì di turisti ne vengono!! :-)

      Elimina
  8. Dicono che dopo i giorno della merla arriva il freddo, speriamo. qui da me oggi 13°. Buon lavoro e goditi Stoccolma.
    Come solo tu sai fare regalaci immagini stupende! Buon viaggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e sì, speriamo in qualche foto, anche se vado lì per una riunione e passerò la maggior parte del giorno al chiuso. Però durante la passeggiata dall'albergo all'agenzia per la protezione dell'ambiente, dove sarà la riunione, riuscirò certamente a fare alcuni scatti :-).

      Elimina
  9. Oriana ti scrivo perchè sei l'unica italo svedese che conosco. Da lassù arrivano notizie di recrudescenza razzista che mi angosciano. Per anni la socialdemocrazia del nord europeo è stato un faro di efficienza e di giustizia, ma poi la Danimarca toglie gli averi ai migranti ela Svezia è incazzata per la morte dell'addetta alla struttura profughi, più altri segnali brutti e inquietanti. So che da molto il nord europa non è più un modello, ma non accetto che diventi questa roba. Perdona lo sfogo, ma sono addolorata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate ragazze se rispondo direttamente al commento di Laura e salto i vostri ma poi torno. Sì Laura, la situazione qui è pesantissima, potrei scrivere post su post su quello che sta succedendo, potrei scrivere tantissimo, ma a che pro? Ne avevo scritto un po' nel post Vi racconto la Svezia che non conoscete Era ottobre e le cose da allora sono peggiorate in un vortice. Allora mi dici che è arrivata la notizia anche da voi dell'omicidio della ragazza che lavorara nella struttura dei profughi, bene quella è solo una disgrazia delle tante che stanno succedendo in giro per la Svezia. Parte della popolazione da la colpa agli immigrati, a tutti gli immigrati.

      Probabilmente avete sentito che la Svezia ha chiuso la frontiera con la Danimarca, tutti i passeggeri dei treni provenienti dalla Danimarca vengono fatti scendere per il controllo dei passaporti e poi fatti risalire su un altro treno per proseguire verso la Svezia, arrivati in Svezia c'è un altro controllo. I miei per venire qui da me a Natale hanno dovuto fare il passaporto per sicurezza, non essendo sicuri che la carta di identità bastasse. I loro passaporti sono stati controllati. Sulle navi per la Svezia si sale solo con il passaporto.

      Ok, questo non è così grave, però mostra quale atteggiamento sta assumendo la Svezia verso l'immigrazione. E poi vi dico che questi poveri immigrati che riescono ad entrare in Svezia non avranno vita facile.

      Guarda Laura la situazione non è per niente felice. Dicono che la società sta collassando. Quello che io posso dire è che i cambiamenti sono velocissimi, si notano da un giorno all'altro e purtroppo vanno in una direzione che proprio non mi piace.

      Elimina

Amo i vostri commenti :-)

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...